Siliconi, petrolati e parabeni: cosa sono?

SILICONI, PARABENI e PETROLATI → argomento molto delicato su cui bisogna essere informati. Esse sono sostanze impiegate nella cosmetica, delle quali ultimamente si è molto discusso (soprattutto sul web) e che, dunque, hanno diviso in due fazioni distinte i consumatori di cosmetici informati sulla questione: da un lato c’è chi sostiene che siano sostanze dannose e cancerogene, dall’altro chi ritiene che siano invece assolutamente compatibili con l’apparato tegumentario (la pelle) e che non bisogna allarmarsi.

Ciò segue è una sintesi tratta dalla gran parte delle fonti online, che hanno la pecca di essere troppo specifiche e confusionarie o di essere troppo drastiche e poco obiettive. Perciò, quelle riportate in questo post, sono le nozioni fondamentali da apprendere, e grazie alle quali potrete farvi una vostra idea sull’argomento ”siliconi e parabeni”.

La presenza (o l’assenza) di questi ultimi è certificata nell’INCI di ogni prodotto cosmetico; l’INCI è la lista degli ingredienti e si trova sul retro di tutte le confezioni. Esso è ordinato per quantità decrescente: la quantità dei primi ingredienti è maggiore rispetto a quella degli ultimi. Per sapere in modo specifico quali sono le sostanze biologiche e quali non, si può consultare il biodizionario.

Dunque, per fare un po’ di chiarezza, conviene innanzitutto indicare le caratteristiche di queste sostanze:

– SILICONI → Sono composti artificiali che non si trovano in natura, a base di silicio, hanno proprietà idrorepellenti, antistatiche e sono duttili, resistono ad alte temperature e al tempo. Non penetrano nella pelle (nè nei capelli) , occludono i pori formando una patina che crea un effetto apparentemente straordinario, patina che non permette alle sostanze benefiche di essere assorbite da pelle e capelli, che si disidratano sempre di più. C’è da dire, però, che questo strato superficiale che essi formano non permette nemmeno alle sostanze dannose di entrare nell’organismo, e ostacola i raggi ultravioletti. Tuttavia non sono bio-degradabili e inquinano l’ambiente. I più comuni sono: dimethicone (e simili che terminano con -one) e cyclopentasiloxane (e simili che terminano con -siloxane), dimethiconol, trimethylsiloxysilicatequaternium 80.

– PARABENI → Sono un gruppo di elementi chimici organici, usati come conservanti per le loro proprietà battericide e funghicide. Si accumulano nei tessuti corporei e vi rimangono intatti; con i raggi solari estivi possono diventare la causa di irritazioni cutanee. I sei principali parabeni sono methylparaben, ethylparaben, propylparaben, isobutylparaben, butylparaben, e benzylparaben (come potete notare sono facilmente riconoscibili in quanto terminano col il suffisso -paraben).

– PETROLATI → insieme alla vaselina (paraffinum liquidum – paraffina), sono derivati del petrolio ed hanno gli stessi pregi e difetti dei siliconi.

 

Ora, se siete curiosi di sapere cosa penso io a riguardo, date una letta a questi altri posts:

Quale shampoo comprare? Come scegliere il migliore per i tuoi capelli

Mascherina per dormire – fai da te

Quale balsamo comprare? Come scegliere il migliore per i tuoi capelli

Come avere capelli sani e lucidi – migliori prodotti LEAVE IN

–  Shampoo per capelli grassi – quale comprare?

–  Shampoo per capelli secchi – quale comprare?

Shampoo per capelli ricci – quale comprare?

Crema viso per pelle secca – quale comprare?

Crema viso per pelle grassa – quale comprare?

Shampoo per capelli secchi – quale comprare?

capelli secchi si distinguono dalle altre tipologie in quanto mancano di setosità e morbidezza, acquistando spesso consistenza pagliericcia dovuta all’effetto crespo; inoltre tendono ad elettrizzarsi molto facilmente per la scarsa quantità di sebo. Le cause sono per lo più genetiche, ma spesso sono associate a trattamenti aggressivi quali decolorazioni, permanenti, stiraggi, ecc..

La migliore soluzione è utilizzare maschere e balsami molto idratanti a base d’olio d’oliva, o d’argan, di cocco, di semi di lino, di macadamia, insieme a shampoo anch’essi nutrienti. Per tenere a bada l’effetto crespo è consigliabile spargere tra i capelli una/due gocce dei suddetti olii prima dell’asciugatura dopo il lavaggio, ed anche al mattino, in quanto lo sfregamento dei capelli con il cuscino tende ad accrescere lo spiacevole effetto.

Questi sembrano essere i migliori shampoo per capelli secchi in circolo, almeno per ora, infatti il post sarà sempre aggiornato con nuovi prodotti!

shampoo Yves Rocher nutriente all’avena → € 3,95 circa, reperibile nei negozi Yves Rocher 

shampoo-nutriente

 

– shampoo OMIA all’olio di argan → € 4,95 circa, reperibile da Acqua&Sapone, Tigotà

OEB-SH2---OMIA-ECOBIOLOGICA-FISIO-SHAMPOO-OLIO-DI-ARGAN-250ML

 

– shampoo per capelli secchi Tea Natura → € 5,99 reperibile qui

Schermata 11-2456984 alle 22.09.24

 

– shampoo Dr. Organic all’olio d’oliva → € 8 circa, reperibile in farmacia, parafarmacia, erboristeria, qui in offerta!

tmp_rbhL1Z

 

– shampoo per capelli secchi Yes To Carrots → € 8,99 reperibile qui

Schermata 11-2456984 alle 22.01.14

 

– shampoo per capelli secchi L’ERBOLARIO effetto reale → € 9,50, reperibile in erboristeria 

effetto-reale-shampoo-nutrimento-intenso-200-ml

 

– shampoo riparatore L’Occitane → € 16,50, reperibile in profumeria e qui

P

 

Tutti i prodotti menzionati sono privi di siliconi, parabeni e petrolati (per sapere come riconoscerli e perché sono dannosi, leggi questo post). Se avete da proporre altri shampoo per capelli secchi da aggiungere alla lista, non esitate a lasciare un commento!

Shampoo per capelli grassi – quale comprare?

I capelli grassi sono noti per la loro facile e continua sporcabilità, in quanto la cute produce sebo in eccesso; le cause sono per lo più ormonali/genetiche, ma ci sono casi in cui la seborrea è dovuta a stress o abuso di shampoo troppo aggressivi. Spesso accompagnati dalla forfora (che in casi più rari è associata ad una cute secca) e più gravemente in casi di dermatite seborroica, dove il ricambio di cellule è talmente elevato da produrre desquamazione del cuoio capelluto in maniera evidente.

La cute grassa è senza dubbio una cute particolarmente sensibile e delicata, per questo, come si è detto nel post ”quale shampoo comprare?”non deve essere irritata con shampoo contenenti tensioattivi aggressivi, ed è necessario scegliere con cura i prodotti considerando anche quelli completamente biologici e quelli curativi venduti in farmacia. Segno lampante di tensioattivi aggressivi è la schiuma abbondante, che denota un INCI (ingredienti) ricco, non adatto ai capelli grassi.

Vi suggerisco inoltre di provare ad aggiungere ad uno shampoo neutro e delicato alcune gocce (massimo 5 in un flacone da 250 ml) di olio essenziale di rosmarino, lavanda, limone, ortica, salvia, menta, tea tree oil che hanno proprietà sebo-regolatrici.

Questi sembrano essere i migliori shampoo per capelli grassi in circolo, almeno per ora, infatti il post sarà sempre aggiornato con nuovi prodotti!

– gli shampoo Ultradolce di Garnier all’olio di cocco e cacao e quello al limone e cedro → prezzo € 1.99 circa; reperibili al supermercato, Acqua&sapone, Tigotà

prod-P42059-bigasp-0811936_2

 

 

– shampoo delicato Viviverde Coop → prezzo € 2,40 circa; reperibile alla Coop

viviverde-coop-shampoo-delicato

 

 

– shampoo antiforfora CIEN alla provitamina → prezzo € 1,29, reperibile da Liddl 

1487_d_0_1333652404

 

 

– shampoo per capelli grassi LAVERA al limone e menta → prezzo €3,99, reperibile qui

shampoo antigrasso-800x536

 

– shampoo anti-forfora LAVERA al fiordaliso e salvia → prezzo € 3,99, reperibile qui

Schermata 02-2457062 alle 18.44.46

– shampoo per capelli grassi BIOTURM → prezzo € 4,99, reperibile qui

shampoo-capelli-grassi-bioturm-

 

– Shampoo per capelli grassi Urtekram → prezzo € 6,99 – reperibile qui

Schermata 01-2457052 alle 17.04.46

 

– shampoo per capelli grassi LA SAPONARIA alla salvia e limone → prezzo € 8,00, reperibile qui

shampoo-salvia-e-limone-la-saponaria

 

– shampoo antiforfora ALOEDERMAL → prezzo € 9,50 circa, reperibile in parmacia, parafarmacia e qui

 

1783-1775-large

 

 

Tutti i prodotti menzionati sono privi di siliconi, parabeni e petrolati (per sapere come riconoscerli e perché sono dannosi, leggi questo post). Se avete da proporre altri shampoo per capelli grassi da aggiungere alla lista, non esitate a lasciare un commento!

 

 

Altri posts che potrebbero interessarti:

Mascherina per dormire – fai da te

Come mantenere una FRANGIA sempre perfetta

Quale balsamo comprare? Come scegliere il migliore per i tuoi capelli

Come avere capelli sani e lucidi – migliori prodotti LEAVE IN

–  Shampoo per capelli secchi – quale comprare?

Shampoo per capelli ricci – quale comprare?

Crema viso per pelle secca – quale comprare?

Crema viso per pelle grassa – quale comprare?

Siliconi e petrolati – cosa sono?

Quale shampoo comprare? Come scegliere il migliore per i tuoi capelli