Siliconi, petrolati e parabeni: cosa sono?

SILICONI, PARABENI e PETROLATI → argomento molto delicato su cui bisogna essere informati. Esse sono sostanze impiegate nella cosmetica, delle quali ultimamente si è molto discusso (soprattutto sul web) e che, dunque, hanno diviso in due fazioni distinte i consumatori di cosmetici informati sulla questione: da un lato c’è chi sostiene che siano sostanze dannose e cancerogene, dall’altro chi ritiene che siano invece assolutamente compatibili con l’apparato tegumentario (la pelle) e che non bisogna allarmarsi.

Ciò segue è una sintesi tratta dalla gran parte delle fonti online, che hanno la pecca di essere troppo specifiche e confusionarie o di essere troppo drastiche e poco obiettive. Perciò, quelle riportate in questo post, sono le nozioni fondamentali da apprendere, e grazie alle quali potrete farvi una vostra idea sull’argomento ”siliconi e parabeni”.

La presenza (o l’assenza) di questi ultimi è certificata nell’INCI di ogni prodotto cosmetico; l’INCI è la lista degli ingredienti e si trova sul retro di tutte le confezioni. Esso è ordinato per quantità decrescente: la quantità dei primi ingredienti è maggiore rispetto a quella degli ultimi. Per sapere in modo specifico quali sono le sostanze biologiche e quali non, si può consultare il biodizionario.

Dunque, per fare un po’ di chiarezza, conviene innanzitutto indicare le caratteristiche di queste sostanze:

– SILICONI → Sono composti artificiali che non si trovano in natura, a base di silicio, hanno proprietà idrorepellenti, antistatiche e sono duttili, resistono ad alte temperature e al tempo. Non penetrano nella pelle (nè nei capelli) , occludono i pori formando una patina che crea un effetto apparentemente straordinario, patina che non permette alle sostanze benefiche di essere assorbite da pelle e capelli, che si disidratano sempre di più. C’è da dire, però, che questo strato superficiale che essi formano non permette nemmeno alle sostanze dannose di entrare nell’organismo, e ostacola i raggi ultravioletti. Tuttavia non sono bio-degradabili e inquinano l’ambiente. I più comuni sono: dimethicone (e simili che terminano con -one) e cyclopentasiloxane (e simili che terminano con -siloxane), dimethiconol, trimethylsiloxysilicatequaternium 80.

– PARABENI → Sono un gruppo di elementi chimici organici, usati come conservanti per le loro proprietà battericide e funghicide. Si accumulano nei tessuti corporei e vi rimangono intatti; con i raggi solari estivi possono diventare la causa di irritazioni cutanee. I sei principali parabeni sono methylparaben, ethylparaben, propylparaben, isobutylparaben, butylparaben, e benzylparaben (come potete notare sono facilmente riconoscibili in quanto terminano col il suffisso -paraben).

– PETROLATI → insieme alla vaselina (paraffinum liquidum – paraffina), sono derivati del petrolio ed hanno gli stessi pregi e difetti dei siliconi.

 

Ora, se siete curiosi di sapere cosa penso io a riguardo, date una letta a questi altri posts:

Quale shampoo comprare? Come scegliere il migliore per i tuoi capelli

Mascherina per dormire – fai da te

Quale balsamo comprare? Come scegliere il migliore per i tuoi capelli

Come avere capelli sani e lucidi – migliori prodotti LEAVE IN

–  Shampoo per capelli grassi – quale comprare?

–  Shampoo per capelli secchi – quale comprare?

Shampoo per capelli ricci – quale comprare?

Crema viso per pelle secca – quale comprare?

Crema viso per pelle grassa – quale comprare?

3